Dal 1 gennaio 2018, a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio n. 205 del 27 dicembre 2017, sono in vigore le nuove regole sulle detrazioni fiscali con molte novità rispetto agli anni passati, a partire dal nuovo bonus verde e le aliquote differenziate per l’efficientamento energetico. Riepiloghiamo insieme i nuovi bonus fiscali per la casa validi nel 2018.

1. Novità bonus verde

Il bonus verde è l’attesissima novità inserita nel pacchetto delle detrazioni fiscali valide per l’anno 2018; grazie a questo incentivo è possibile detrarre il 36% delle spese per la sistemazione e la progettazioni di spazi a verde scoperti, incluse la realizzazione di pozzi e impianti di irrigazione fino a un massimo di 5.000 euro per ogni abitazione. Scheda bonus verde o Importo della detrazione: 36% o Orizzonte temporale: 10 anni o Detrazione: fino a 5.000 euro o Validità: dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 Anche i condomini possono beneficiare del bonus verde per la sistemazione del giardino condominiale e per la trasformazione della copertura in tetto giardino purché ne sia mantenuto l’uso comune; in questo caso l’agevolazione è di 5.000 euro per ogni condomino ed è ripartita secondo le quote millesimali già pagate al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.

2. Ecobonus ridotto al 50% per finestre, schermature e impianti classe A senza termoregolazione

Si complica un po’ nel 2018 il panorama delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica delle abitazioni con una doppia aliquota che si abbassa al 50% per l’acquisto e la posa di finestre, schermature solari e nel caso di sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti a biomasse o caldaie a condensazione di classe A senza contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti. Scheda ecobonus 50% o Importo della detrazione: 50% o Orizzonte temporale: 10 anni o Detrazione: fino a 100.000 euro (fino a 30.000 per impianti a biomasse) o Validità: dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

3. Ecobonus al 65% per impianti classe A con termoregolazione e impianti ibridi

Confermate le detrazioni fiscali al 65% per la riqualificazione energetica delle abitazioni che prevedono la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione a condensazione di classe A dotati di sistemi di termoregolazione evoluti, impianti ibridi assemblati in fabbrica, generatori d’aria calda a condensazione, micro cogeneratori. Scheda ecobonus 65% o Importo della detrazione: 50% o Orizzonte temporale: 10 anni o Detrazione: fino a 100.000 euro o Validità: dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018. Per i condomini sono confermate le aliquote più favorevoli del 70-75% per le opere di riqualificazione energetica delle parti comuni degli edifici condominiali, per un massimo di 40.000 euro ad abitazione, e la possibilità di usufruire delle detrazioni sino al 2021 in modo da poter programmare e approvare in assemblea gli interventi per tempo.

4. Confermato il bonus ristrutturazioni ed il bonus mobili al 50%

Piena conferma per la detrazione fiscale del 50% sino ad massimo di 96.000 euro ad unità immobiliare per i lavori di ristrutturazione eseguiti su abitazioni private sino alla fine del 2018. Confermata anche la possibilità, per chi usufruisce dell’agevolazione per ristrutturazione, di aggiungere anche la detrazione del 50% per acquisti di mobili e grandi elettrodomestici classe A+ (A per i forni) fino a una spesa complessiva di 10.000 euro. Scheda bonus ristrutturazioni e mobili o Importo della detrazione: 50% o Orizzonte temporale: 10 anni o Detrazione ristrutturazione: 96.000 euro o Detrazione mobili: 10.000 euro o Validità: dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2018.

5. Sisma bonus al 50% e 80% per abitazioni e attività produttive

Per i lavori di riduzione del rischio sismico in abitazioni in area sismica 1, 2, 3 resta attivo il sisma bonus con detrazione dal 50% fino all’80%, in relazione all'abbattimento del rischio sismico, per una spesa complessiva di 96.000 per ciascuna abitazione. Scheda sisma bonus o Importo della detrazione: 50% per singole unità o Orizzonte temporale: 5 anni o Detrazione: 96.000 euro/anno per ogni unità immobiliare o Validità: dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. I condomini ricadenti in zona sismica 1, 2, 3 potranno usufruire del sisma bonus per i lavori eseguiti sulle parti condominiali con aliquota potenziata dell’80% in caso di riduzione di una classe del rischio sismico e dell’85% nel caso di riduzione di due classi del rischio sismico. Questo bonus è alternativo all'accesso al bonus per la riqualificazione energetica delle parti condominiali.

↓