Cosa succede alle detrazioni per i lavori di ristrutturazione se l'immobile viene venduto prima che sia concluso l'intero periodo per usufruire del bonus?

Le detrazioni per la ristrutturazione in caso di vendita immobile Se l’immobile sul quale è stato eseguito l’intervento di recupero edilizio è venduto prima che sia trascorso l’intero periodo per fruire dell’agevolazione, il diritto alla detrazione delle quote non utilizzate è trasferito, salvo diverso accordo delle parti, all'acquirente dell’unità immobiliare, se si tratta di una persona fisica. In definita è il venditore a poter scegliere se continuare a usufruire delle detrazioni non ancora utilizzate o trasferire il diritto all'acquirente dell'immobile. Se nell'atto di compravendita non ci sono specifiche indicazioni il beneficio viene automaticamente trasferito al compratore della casa.

Per stabilire chi può fruire della quota di detrazione relativa a un anno, occorre individuare il soggetto che possedeva l’immobile al 31 dicembre di quell'anno. ll diritto alla detrazione si trasferisce solo nel caso in cui si trasferisce l'intero immobile e non solo una parte. A meno che, la cessione della quota di quel determinato immobile, comporti il trasferimento esclusivo della proprietà all'acquirente.

*Articolo ripreso da Idealistanews.it

↓