Il Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio (Cicr) stabilisce che il mutuo concesso da una banca per l'acquisto di un immobile non possa superare l'80% del suo valore. In caso contrario il finanziamento può considerarsi nullo e l'istituto di credito può perdere quanto prestato in eccesso. Ma ci sono delle condizioni particolari che permettono l'ottenimento di un loan to value superiore.

E' importante per la banca, prima di concedere il finanziamento, assicurare l'effettivo valore dell'immobile attraverso una perizia. Una volta accertato il valore reale, per concedere una somma maggiore dell'80% richiede la presenza di una fideiussione bancaria sull'importo aggiuntivo. E' cioè importante che sia presente un garante che si assuma la responsabilità di ripagare il debito nel caso in cui il mutuatario non fosse più in grado di farlo. Bisogna inoltre sottolineare che un mutuo al 100% comporta un rischio maggiore per l'istituto di credito e per questo le condizioni offerte non sono così vantaggiose, comportando di fatto spread e tassi più elevati.

Fondo garanzia prima casa

Un'occasione particolare per ottenere un finanziamento pari al 100% del valore dell'immobile è concessa alle giovani coppie che facciano richiesta per accedere al Fondo di garanzia prima casa. Prorogato dalla legge di stabilità 2017, il fondo consente di ottenere dallo Stato una garanzia sul finanziamento pari al 50% della quota capitale, sempre e quando si rispettino determinate condizioni.

↓